Italia Cup Laser

Si è conclusa domenica a Napoli l’ultima tappa 2019 dell’Italia Cup Laser, valida anche per la ranking 2020.

Oltre 370 laseristi hanno invaso il Golfo di Napoli in questi tre giorni di sport e grande vela. L’evento è stato organizzato dal Molosiglio Sail Center, la joint venture che unisce Marina Militare

Italiana, Lega Navale di Napoli, Circolo Canottieri e la scuola di vela di Mascalzone Latino, con il

supporto degli sponsor Granarolo, che durante il corso delle giornate ha distribuito degli snack e Grohe, che ha fornito borracce e installato distributori di acqua nel villaggio regate, all’insegna di un evento “plastic free”.

Il primo giorno la flotta è stata accolta da condizioni estremamente dure, con vento da sud di oltre 23 nodi di intensità, in alcuni momenti raffiche a 30, e onda formata. Standard e Radial hanno svolto due regate, che hanno messo a dura prova i partecipanti, in pochi sono riusciti a chiudere tutte le prove. A causa delle condizioni così estreme la flotta dei 4.7 è stata fatta tornare a terra.

Nulla di fatto nel secondo giorno caratterizzato da improvvisi temporali che hanno reso impossibile posizionare il campo di regata, costringendo il comitato a annullare le prove in programma.

Domenica il Golfo di Napoli ha regalato una bellissima giornata di vela. Sono state disputate tre prove su entrambi i campi di regata con vento inizialmente da sud con intensità che oscillava da 12 a 16 nodi. Le nuvole sul golfo hanno reso molto complicata l’interpretazione del vento: Napoli, come sempre, si dimostra un campo estremamente tecnico.

L’evento si conclude, quindi, con cinque regate all’attivo per Standard e Radial, che consentono anche lo scarto di una prova, e tre per i 4.7.

Nel testa a testa della flotta Standard, in classifica generale, alla fine la spunta per un punto Marco Gallo della Sezione Vela GdF, sul compagno di squadra Gianmarco Planchestainer, mentre il terzo posto è occupato dal messicano Yanic Gentry, seguito da Lorenzo Masetti (YC Como) che è anche il primo degli Under21. Mentre il primo degli Under19 è il giovane Matteo Paulon (Yacht Club Cannigione), settimo in classifica generale.

Nella classe femminile Radial Matilda Talluri (Circolo Nautico Livorno) si impone su Silvia Zennaro, che ritorna nel circuito dopo una lunga assenza, e Joyce Floridia, entrambe della Sezione Vela GdF.

Mentre il podio maschile è occupato dai giovanissimi Cesare Barabino (Yacht Club Olbia), Antonio Persico (LNI Napoli) e Valerio Palamara (Compagnia dello Stretto), tutti Under 19.

I 4.7, divisi in tre batterie, hanno regatato solo oggi, ma in compenso sono stati protagonisti di una giornata spettacolare, con regate molto serrate.

Tra i maschi il podio è tutto Under16. Vince nelle acque di casa Raffaele Milano del Reale Yacht Club Savoia di Napoli, seguito da Domenico Lamante della Lega Navale di Pescara e quindi Mattia Cesana della Fraglia Vela Riva.

Tra le ragazze si impone il Circolo Vela Torbole che conquista due piazzamenti: il primo posto di Beatrice Ini e il terzo di Carlotta Rizzardi, tra loro si infila sul secondo gradino Alina Iuorio del Club Vela Portocivitanova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi